Necessità di una scuola

D: Come fate ad essere così sicuro che uno non si può sviluppare eccetto che tramite una scuola?

R: Esistono tantissime difficoltà. Se cercate di comprendere queste difficoltà vedrete che senza metodo, e senza aiuto, uno non si può muovere: rimane sempre dove stava, o meglio decade, in quanto nulla rimane nello stesso stato. Se uno non si sviluppa, decade. Nella vita, in condizioni ordinarie ogni cosa decade, oppure una capacità si può sviluppare alle spalle di un’altra. Tutte le capacità non possono svilupparsi senza l’aiuto di una scuola, in quanto sono necessari sistema e metodo.
Ma prima di parlare del perché sono necessarie le scuole bisogna rendersi conto per chi esse sono necessarie, in quanto le scuole non sono affatto necessarie per la gran maggioranza della gente. Sono necessarie solamente a quelli che già si rendono conto dell’inadeguatezza della conoscenza raccolta dalla mente ordinaria e i quali sentono che, da soli con la loro sola forza, non possono né risolvere i problemi che li circondano né trovare la via giusta. Soltanto questi sono capaci di superare le difficoltà connesse col lavoro scolastico e soltanto per loro sono necessarie le scuole.
Al fine di comprendere perché le scuole sono necessarie, bisogna rendersi conto che la conoscenza proveniente da uomini di mente superiore può essere trasmessa soltanto ad un limitatissimo numero di persone simultaneamente e che è necessaria l’osservanza di un’intera serie di condizioni ben precise senza le quali la conoscenza non può essere trasmessa correttamente.
L’esistenza di queste condizioni e l’impossibilità di farne a meno spiega la necessità di un’organizzazione. La trasmissione di conoscenza richiede sforzi sia da parte di chi la riceve che da parte di chi la da. L’organizzazione facilita questi sforzi o li rende possibili. Queste condizioni non possono verificarsi da sole, Una scuola può essere organizzata soltanto in base a un piano preciso preparato e conosciuto molto tempo prima. Non ci può essere nulla di arbitrario o improvvisato nelle scuole differenti, corrispondenti a strade differenti. Parlerò in seguito delle diverse strade.

 La Quarta Via

Pubblicato in La Quarta Via, Ouspensky

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi